giovedì 28 aprile 2016

TAG: 25 fatti libreschi su di me

Avete presente quelle piccole manie che hanno un po' tutti i lettori, o quelle piccole curiosità che ci differenziano gli uni dagli altri, pur tutti accomunati dalla passione per i libri?
Ecco, il tag 25 fatti libreschi su di me serve proprio a questo, farvi scoprire piccoli segreti del nostro essere lettori.
Sono stata taggata da Eva Palumbo, vi invito a sbirciare il suo post, perchè ha scritto delle cose davvero interessanti!

Immagine rubata al blog "gattaracinefila.blogspot.it"
  1.  Cerco di andare in libreria almeno una volta alla settimana. Anche se non è la mia libreria preferita, anche se trovo solo delle bancarelle di reminders, ho bisogno di essere circondata da romanzi. Mi fa sentire bene, è il momento per "ricaricare le batterie".
  2. Non riesco a rileggere: ho sempre paura di non provare le stesse emozioni della prima lettura.
  3. Ho uno scaffale per i romanzi ancora da leggere: consiglio geniale trovato su un blog, per evitare di accumulare troppi romanzi non letti.
  4. Alle medie ho collezionato almeno una trentina di romanzi di Danielle Steel. Poi ho iniziato a trovarli tutti uguali, da allora non ne più aperto uno.
  5. La maggior parte dei classici li ho letti al liceo. Da quando sono all'università leggo quasi solo romanzi rosa: ho bisogno di leggerezza.
  6. Quando inizio un libro devo arrivare alla fine. Solo recentemente, ho iniziato a saltare qualche riga dei romanzi più noiosi.
  7. Non uso segnalibri: i romanzi mi si aprono quasi sempre all'ultima pagina letta.
  8. Ho iniziato a comprare segnalibri, perchè malgrado li usi poco mi piacciono molto.
  9. Se potessi incontrare un'autrice del passato vorrei conoscere il mio mito: Georgette Heyer.
  10. I miei libri sono come appena usciti dalla libreria: nessuna scritta, nessuna sottolineatura, niente orecchie. Il massimo della trasgressione è un post-it per ricordarmi qualche citazione.
  11. Ho vinto ben sei cartacei ai giveaway!
  12. In viaggio compro sempre le guide dei palazzi o musei che visito: puntualmente non le leggo.
  13. Amo il digitale perchè difficilmente un libro andrà fuori catalogo, non si impolvera, non ingiallisce.
  14. ... Ma il cartaceo è sempre il cartaceo! 
  15. Non ho una tbr, scelgo il libro nel momento stesso in cui devo iniziare a leggerlo. Deve chiamarmi.
  16. Andare al salone del libro di Torino è stata una delle esperienze più esaltanti della mia vita.
  17. Se è ambientato in Irlanda o a Camelot, se contiene vecchie lettere, amnesie o viaggi nel tempo, allora lo compro!
  18.  Vorrei tanto leggere in inglese, ma non penso di esserne capace.
  19. Controllo il numero di pagine prima di iniziare a leggere.
  20. Leggo solo dentro casa, preferibilmente in camera da letto. Devo essere sola soletta, altrimenti non mi godo la lettura.
  21. Quando scrivo, leggo romanzi dello stesso genere di ciò che sto scrivendo.
  22. Ho il terrore delle pieghe tra le pagine e, ancor peggio, sulle copertine!
  23. Quando mi regalano un libro, spero sempre in una bella dedica.
  24.  Adoro i libri con delle illustrazioni.
  25. Leggo velocemente. Se una lettura più di una settimana e/o con frequenti interruzioni non mi godo il romanzo.

8 commenti:

  1. Il cartaceo è sempre il cartaceo! Come darti torto! Anche io non riesco a redigere tbr e finisco sempre per leggere in base all'ispirazione del momento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io amo il digitale, ma quando mi voglio coccolare mi serve la carta sporca d'inchiostro. Per non parlare del compra con un click, che non mi dà la stessa soddisfazione del camminare per la libreria accarezzando le copertine.

      Elimina
  2. Quante piccole manie hanno i lettori, ognuno è diverso dall'altro ed è così curioso leggere di come ci rapportiamo con i libri e la lettura.
    Tra tutte le cose interessanti che hai scritto su di te, sono rimasta colpita dal punto 11: ma che fortuna hai? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che la mia fortuna si sia concentrata tutta in quel periodo! Da un sacco di tempo non vinco più niente, ma non posso lamentarmi :D

      Elimina
  3. Ciao cara :* Guarda, anche io scelgo i libri in base al momento e se mi "chiamano", però sono ostinata, la tbr la faccio stagionale e cerco di seguirla per quanto poco mi riesce XD Apprezzo gli ebook, ma se un libro mi entra dentro, devo assolutamente avere il cartaceo. Già averlo lì, sullo scaffale, pronto per essere riletto in ogni momento è una goduria *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me il cartace, anche se non lo rileggo, è già un piacere anche solo guardarlo! (Ma come stiamo messe?)

      Elimina
  4. Ahaha, qua la mano amica, ci accomuna il punto 12. Succede ogni santa volta XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooo, anche tu? Mi sento meno sola! :D

      Elimina