;

venerdì 4 maggio 2018

5 libri di cui non potrei fare a meno

Ciao,
la sfida di oggi è elencare i 5 libri di cui non potrei mai fare a meno, quelli che per me hanno un significato speciale... Scelta dura, vediamo come me la sono cavata!



Alcuni romanzi occupano posti speciali nella nostra vita. Il mio di sicuro è "La casa degli spiriti" di Isabel Allende. L'ho letto alle medie, come compito per la scuola e sono ancora grata alla mia insegnante (Aida Tafuto) per avercelo assegnato.
Alle medie mi sono affacciata alla scrittura, notando per la prima volta come la parola scritta potesse essere il mio habitat naturale.
La casa degli spiriti fu una rivelazione. Un romanzo evocativo, in cui le parole ti abbracciano e ti trasportano altrove, perchè la narrazione è così, è fascino, è potere, è magia.



Non potrei mai separarmi dai romanzi di Georgette Heyer. Fin da "La pedina scambiata" primo romanzo che ho letto di questa autrice, è stato amore a prima vista
Un mito nel raccontare l'Inghilterra regency, con l'ironia di Jane Austen, ma con un romanticismo più spiccato e vivace. Un'autrice che, se potessi, abbraccerei.



Un altro mito, Jack Whyte.
Cito "La spada che canta" ma, in realtà, non potrei mai pensare di separarmi da tutta la saga delle cronache di Camelot, di cui questo è solo il primo episodio. Sono un'amante di Camelot, delle sue radici un po' romane, un po' medievali, un po' celtiche, quell'intrico di paganesimo e cristianesimo, di valori e tradimenti.
Whyte rielabora tutto questo a modo suo, togliendo l'elemento fantasy e, al tempo stesso, scrivendo una saga talmente affascinante da risultare magica.



Ok, qui scendiamo di livello, ma proprio in picchiata.
Gli autori precedenti erano mostri sacri, mentre Nicola Cornick non è di questa categoria, però sono affezionata a questo romanzo.
Erano gli anni '90 e io ero una ragazzina a casa della propria migliore amica, lei aveva letto un romanzo d'amore, lei che era la meno romantica delle due... Me lo prestò e io lo adorai ma, ovviamente, alla fine glielo dovetti restituire.
Qualche anno dopo quell'amicizia è finita, ma io mi sono ritrovata a spulciare un sito di libri usati per comprare una copia di "La notte di Sant'Agnese". L'ho addirittura riletto, cosa che non faccio mai, e non ci ho trovato dentro il fascino della prima, acerba, lettura. La tenerezza del ricordo, però, c'è ancora.



Ero indecisa su cosa inserire come quinto libro, ma alla fine tornavo sempre su questo.
L'ho presa alla larga, perché "Un nuovo inizio" era soltanto in ebook e ora non esiste nemmeno più quello, ma ha segnato l'inizio del mio percorso editoriale. Vincere un concorso, sapere di essere scelta, poter essere letta... tutti sogni che si realizzavano. E no, non sono diventata la nuova Danielle Steel e l'ebook non è nemmeno più in commercio, però mi ha permesso di conoscere persone fantastiche, con cui ho condiviso un tratto di strada e spero che questo stesso romanzo possa, prima o poi, tornare negli store.

E per te?
Quali sono i 5 libri di cui non potresti mai fare a meno?
Fammelo sapere con un commento :)







14 commenti:

  1. Ciao, conosco la casa degli spiriti, e come te sono appassionata di Camelot; mi segno la serie! Qui le mie scelte: http://ioamoilibrieleserietv.blogspot.com/2018/05/5-cose-che-26-5-libri-da-cui-on-potrei.html

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  3. Ciao, belle scelte! Mi ispira moltissimo l'ultimo romanzo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio!? :D
      Se mai tornerà a farsi un giro per gli store online ti avviserò <3

      Elimina
  4. Che scelte interessanti, io non ne ho letto nessuno, però mi piacerebbe recuperare la casa degli spiriti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai è un classico moderno, te lo consiglio!

      Elimina
  5. Ciaoo! Non ne ho letto nemmeno uno :(
    Della Allende ho un paio di libri in lista.

    RispondiElimina
  6. Non conosco nessuno di questi libri.

    RispondiElimina
  7. Nono conosco nessuno i questi libri, solo la Allende come autrice!

    RispondiElimina
  8. Ops non li ho mai letti XD Però di sicuro non mi separerei mai da nessun mio libro volontariamente!!

    RispondiElimina
  9. Ciao! Scelte intriganti, purtroppo non ne ho letto nessuno di quelli che hai citato, ma La Spada che canta mi incuriosisce molto, anch'io amo il mondo che gira attorno a Camelot

    RispondiElimina